Facoltà di psicologia di Padova: “laboratorio” Avis

Motivare senza “obbligare”, il passaggio per l’autopersuasione

L’Avis Provinciale di Padova ha promosso un corso di sensibilizzazione/formazione tenuto dal Federica Tognazzo, destinato agli studenti della facoltà di Psicologia dell’Università di Padova.  L’obiettivo è stato quello di sensibilizzare i giovani studenti sulla necessità di sangue e sull’atto della donazione. Si è cercato di fornire gli strumenti per divenire loro stessi portavoce e promotori del messaggio di solidarietà verso loro coetanei e future persone a cui potranno rivolgere interventi di carattere psicoeducativo.

La sede di Facoltà

Con l’aiuto degli studenti universitari abbiamo potuto potenziare gli interventi di sensibilizzazione nell’ambito scolastico, dando disponibilità alle comunali che ne hanno fatto richiesta, supportandone interventi.

Il laboratorio Avis ha previsto delle ore di lezione in aula sulle tecniche di motivazione ed accompagnamento alla decisione di diventare un donatore di sangue. Ulteriori ore sono poi state svolte all’interno delle scuole, avendo così la possibilità di mettere in pratica quanto acquisito.

Tutti i partecipanti del gruppo hanno dato la disponibilità di proseguire in questo tipo di attività, formando così il primo gruppo Avis promoter.

“Avevamo l’idea iniziale che la donazione fosse importante ma che non ci coinvolgesse in prima persona. Grazie a questa esperienza  il nostro pensiero è cambiato e vogliamo portarlo avanti!”

Un particolare ringraziamento va alla prof.ssa Anne Mass, docente del corso di Psicologia Sociale- Università degli studi di Padova, che ha permesso la realizzazione del progetto.

Un altro passo è stato fatto!

Gianni Mamprin – Avis prov. PD

Giornata Mondiale del donatore, a Este in 2000

Giornata mondiale del Donatore di sangue, all’insegna di una sana risata. E anche se – come leggiamo nell’editoriale del Presidente – forse ci sarà ben poco da ridere nell’immediato futuro per il Sistema trasfusionale veneto, Avis regionale il 12 giugno a Este ha riempito la piazza con tante risate e tanta musica giovane. Sono state stimate, ma forse erano anche più, oltre 2000 persone a gremire Piazza Maggiore. E a divertirsi, senza dimenticare l’impegno verso il prossimo, tutti assieme: anziani, giovani, famiglie, bambini, donatori (molti dei quali “in servizio” perché tutto andasse per il meglio) e soprattutto non donatori. I quali ultimi in moltissimi hanno preso volentieri i gadget informativi e – grazie a due splendide fanciulle dell’organizzazione che giravano fra il pubblico – si sono impegnati a prendere in considerazione una prima visita in Centro trasfusionale.  Sul palco gli artisti di Zelig: dal “presentatore” Paolo Franceschini al “Duo Torri”, i bolognesi con nutrita claque padovana; dal “timido bamboccione”  Francesco Damiano, al “Maniaco” (la voce fuori campo che vuol far “morire” Bisio) per finire con gli “Emo” (potevano mancare visto il tema della serata?) veri beniamini dei giovanissimi. E a proposito di giovani, sul palco hanno dato ottima prova di sé due finalisti di “Musica nel sangue”: Eniko con gli splendidi ballerini e il gruppo di casa The Dogip. Sul palco, quasi protagonisti vista la verve cabarettistica contagiosa: Federico Aghi, presidente Avis Este; Roberto Sartori, presidente provinciale e Francesco Magarotto, vice presidente regionale. Più che raccontare, però, bisognava esserci. Facciamo parlare le immagini, ma molte più foto della serata (anche quelle con gli artisti) le trovate sul sito www.risofabuonsangue.it e nel gruppo facebook di donoevita.it: iscriviti al gruppo per visualizzarle.

La piazza comincia ad affollarsi

 

The Dogip

 

 

Arre: l’Avis fa “correre” e ristora 350 podisti alla “Marcia dee Barchesse”

Il punto di ristoro avis

Ben 350 persone hanno partecipato alla “Marcia dee Barchesse” ad Arre, il 26 settembre 2010. Dopo un lavoro durato otto mesi, è stato dato il via alla marcia, aperta a tutti e sviluppatasi in 3 percorsi di 6, 13 e 21 chilometri. Lungo  i  percorsi  erano sistemati dei punti di ristoro gestiti da alcune delle  associazioni  operanti  in  paese. Il primo ristoro, comune a tutti gli itinerari, era  gestito  dal  Gruppo  Avis  di  Arre,  il secondo dal Gruppo ciclisti Arre Bike, il terzo dal Gemellaggio Arre-Warmeriville e il quarto dall’associazione Calcio U.s.d.. Arre. Tutti  con  grande  responsabilità  hanno gestito in maniera meravigliosa i propri ristori! E un momento di grande visibilità per l’Avis!

Bovolenta: la Consulta giovani va a mille

La Consulta Giovani di Bovolenta nasce nel 2007 dalla volontà di un gruppo di ragazzi di organizzare momenti di festa ed eventi in paese. Di far partecipare attivamente la parte più sbarazzina della comunità, soprattutto i giovani, cercando di coinvolgerli il più possibile in molteplici attività: spettacoli teatrali, corsi di comunicazione, concerti, gite, feste… Domenica 10 ottobre il nostro gruppo era, come molte altre associazioni, presente alla “Fiera Franca” di Bovolenta durante la sagra paesana. Nel corso della giornata abbiamo regalato a bambini e ragazzi palloncini, piccoli gadget e fatto compilare un questionario riguardo ai loro interessi, al fine di scoprire cosa fanno e come si divertono. Molti spunti sono emersi e speriamo, partendo da questo, di riuscire a organizzare qualche occasione per divertirci insieme. Il nostro stand ha riscosso successo e partecipazione, anche grazie alla presenza di un simpatico clown. Accanto a noi c’era lo stand dell’Avis e abbiamo approfittato della vicinanza per avviare una collaborazione tra le nostre associazioni. Dopo aver parlato con Bruno Baraldo, presidente dell’Avis Bovolenta, tre membri del nostro gruppo hanno deciso di iscriversi e cominciare la meravigliosa avventura che è donare il sangue. Sperando che la presenza della Consulta Giovani possa diventare sempre più concreta, ringraziamo l’Avis per l’opportunità di presentarci agli avisini del Conselvano e cogliamo l’occasione per dire a tutti: se non siete ancora donatori, non è mai troppo tardi per diventarlo!

Per contatti: bovolentagiovani@yahoo.it

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it