Comici Zelig con l’Abvs a Sedico, stasera 26 luglio

Continua con profitto il binomio divertimento-solidarietà! L’Abvs, in collaborazione con il Comitato Festeggiamenti Bribano e grazie al coordinamento della propria sezione di Bribano-Longano, è lieta di annunciare la serata Zelig programmata per stasera 26 luglio (ore 21.00) nell’ambito della nota Sagra dei Per. Direttamente dal fortunato programma televisivo, si avvicenderanno sotto il tendone i comici Francesco Damiano ed il Duo Torri per dei momenti di assoluta allegria. L’ingresso sarà ad offerta libera ed il ricavato verrà devoluto alla Fondazione Tes, da anni impegnata nella ricerca nel campo della biologia e della medicina rigenerativa. Vi aspettiamo numerosi!!

Barbara Iannotta

Il comico Francesco Damiano (clic per video)
Cristiano e Giacomo, il Duo Torri

 

La nostra salute: ciclo di incontri a Paese

L’Avis comunale di Paese organizza una serie di incontri pubblici sulla salute. Si inizia venerdì 18 maggio con prevenzione e cura del tumore al seno, con relatori i dott. Bernardino Spaliviero  e Nicola Balestrieri .

Venerdì 8 giugno si parlerà, invece, di menopausa femminile e andropausa maschile con i medici Carlo Antonello e Cristoforo Lo Giudice, e venerdì 15 giugno di prevenzione e cura del tumore alla prostata con i dott. B. Spaliviero  e Franco Merlo .

Moderatore dei tre incontri, dalle ore 20.30 alla sala polivalente della Parrocchia di Paese, sarà il dott. Alessandro Spigariol, medico al Centro trasfusionale del Ca’ Foncello di Treviso.

Patrocinio del Comune di Paese e dell’Avis provinciale.

Ingresso libero.

 

Avis al Giro d’Italia: il 22 maggio arriva in Veneto l’auto del dono

L'auto Avis al Giro

L’Avis partecipa con una sua auto al 95° Giro d’Italia. Come già lo scorso anno, il Veneto sarà attraversato dalla più importante e seguita gara ciclistica nazionale e da tutta la carovana di mezzi al seguito. Tra questi, anche l’auto dell’Avis decorata con i colori e le immagini della campagna di comunicazione nazionale al dono del sangue “Tuttidovremmofarlo” e il logo associativo. Finalità dell’iniziativa, che incontra ovunque la simpatia e l’entusiasmo della gente, è portare il messaggio della solidarietà e dell’altruismo dei donatori di sangue tra gli sportivi e il pubblico. Durante le tre settimane della corsa rosa, i volontari avisini, guidati dal capo autista Paolo Speroni, distribuiscono infatti gadget e deplianti informativi, in collaborazione con le Avis comunali delle città in cui il Giro fa tappa. Così sarà anche per le tappe venete. Partita con il Giro da Verona il 9 maggio (con la cronometro a squadre), mentre i volontari distribuivano cappellini dell’Avis, l’auto sarà impegnata fino alla conclusione, il 27 maggio a Milano, con la cronometro individuale. Messa a disposizione dall’Avis comunale di Omegna, in Veneto sarà il 22 maggio con la tappa Limone sul Garda-Falzes, il 23 maggio

con la tappa Falzes-Cortina d’Ampezzo, il 24 maggio
con
la San Vito di Cadore-Vedelago e il 25 maggio
con la Treviso-Alpe di Pampeago.

 

 

 

 

 

Tiziano Ferro: aggiunto un 5° concerto in Veneto

A Piazzola sul Brenta (PD) l’8 luglio la quinta data veneta del Tour 2012

 

Tiziano Ferro "Rosso avisino" dal 2006

Conto alla rovescia per l’arrivo in Veneto di Tiziano Ferro. L’artista di Latina, da anni testimonial dell’Avis, è atteso a Treviso e Verona per le sue prime quattro date regionali, che hanno già registrato il tutto esaurito nelle prevendite dei biglietti. Migliaia di persone seguiranno l’esibizione di Tiziano il 7 maggio al Palaverde di Villorba e il 10, 12 e 13 all’Arena di Verona, e i volontari avisini si stanno in concomitanza organizzando per mettere in moto una massiccia sensibilizzazione al dono del sangue.

Prima, durante e dopo i concerti saranno presenti con punti informativi, striscioni e manifesti realizzati per l’occasione e saranno distribuiti gadget, locandine e l’ultimo numero del periodico “Dono & Vita” che ha Ferro in copertina. Con il nuovo tour 2012 “L’amore è una cosa semplice” la collaborazione di Tiziano (a titolo gratuito) nella promozione del messaggio di solidarietà e del dono del sangue assieme ad Avis, giunge così alla sua terza edizione. L’esordio risale al 2007 con il tour “Nessuno è solo”, proseguendo nel 2009 con “Alla mia età” (Galleria Foto).

6000 copie dell'ultimo numero saranno distribuite nei concerti

Data dopo data, anno dopo anno, Tiziano ha sposato la missione della nostra associazione, senza mai chiedere nulla in cambio, concedendo immagine, voce, palazzetti e stadi ai giovani avisini perché assieme a lui potessero aiutare il giovane pubblico a capire l’importanza e la bellezza del gesto del dono al prossimo che ne ha bisogno.  Veneto da parte di padre (di Cavarzere), Tiziano è cresciuto in una famiglia in cui il valore della solidarietà è molto sentito ed ha conosciuto l’Avis nella sua città, Latina, molti anni fa. Da allora “non l’ha più lasciata”, rendendosi disponibile per sensibilizzare i ragazzi (ma anche i loro genitori) ad ogni occasione possibile. Per questo tour, come per i precedenti, è stata realizzata una vera e propria campagna dal titolo “L’amore è una cosa semplice e con Avis ve lo dimostrerò” e non solo.

Il logo e il link Avis sono stati voluti da Tiziano e dal suo staff anche sul sito www.livenation.it. Appare, insieme a Rtl 102,5 e American Express, proprio sulla finestra dove si prenotano i biglietti dei concerti finora programmati in Italia. Questa nuova collaborazione darà  proprio la possibilità di lanciare messaggi positivi e di raggiungere le nuove generazioni attraverso il loro linguaggio, nel loro ambiente e attraverso i loro luoghi di aggregazione live (i concerti) e virtuali (internet e i social network).

Ed è di oggi, 27 aprile, la notizia dell’aggiunta di nuove date nel tour estivo di Ferro. Per quanto riguarda il Veneto l’8 luglio si esibirà anche all’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta (Pd).

Michela Rossato

 

All’Aurora di Treviso il “Teatro Capovolto”: 27 aprile

.

Il dono sale sul palco: gli avisini diventano attori – Prima assoluta il 27 aprile a Treviso di “Risvolti” – Organizzano Avis Giovani, Avis provinciale e regionale

Andrà in scena venerdì 27 aprile alle ore 21, al Teatro Aurora di Treviso, lo spettacolo “Risvolti”, frutto del laboratorio “Teatro Capovolto-Teatro nel corpo”, condotto da Marika Tesser nell’ambito di un progetto di Avis provinciale Treviso e Avis regionale Veneto.

L’iniziativa, che si propone di sensibilizzare alla solidarietà e al dono attraverso l’espressione teatrale, ha visto impegnato in questi mesi un gruppo di giovani donatori di sangue che nella Marca, per la prima volta, metterà in scena il frutto del proprio lavoro.

“Questo laboratorio è ricerca teatrale, anche se i partecipanti non sono degli attori – spiega la Tesser – Non è un incontro col teatro classico e tradizionale. Da un punto di vista prettamente tecnico, si tratta di un complesso percorso alla scoperta delle proprie capacità creative, attraverso la fiducia reciproca e l’accettazione dei propri limiti. Da un punto di vista culturale si tratta di avvicinarsi ai concetti di donazione e scambio, nel delicato equilibrio/squilibrio del nostro quotidiano e della nostra epoca. L’incessante scambio di idee, considerazioni e proposte vede i partecipanti veri e propri creatori della performance, artefici di un momento teatrale che desiderano simbolico e significativo nella sua proposta finale”.

“Risvolti” è ideato e interpretato da Silvia Bonesso, Michela Cacciola, Rossella Cendron, Danilo Schembri, Adele Padoan, Alberto Righetto e Veronica Tornielli.

Le musiche sono composte da Agnese Sormani Joachim Thomas.

Ingresso libero.

 

“Stelle Alpine” in concerto a Paese: 3 maggio

Concerto di solidarietà con il noto “Coro Stella Alpina”, diretto dal maestro Diego Basso, giovedì 3 maggio alle ore 20.45 presso la Sala Polivalente della Parrocchia di Paese (Tv). Organizzata dall’Avis comunale di Paese, in collaborazione con l’Avis comunale di Postioma, l’iniziativa ha lo scopo di raccogliere fondi a favore del “Centro di ascolto” della Caritas di Paese, al quale un numero sempre più crescente di famiglie bisognose si rivolge. Ingresso libero.

 

Un 25 aprile di sport a Resana

Torna la manifestazione “Avis Champions League 2012” e il “Trofeo San Marco”, organizzate dall’Avis comunale di Resana. Le due iniziative si terranno mercoledì 25 aprile presso gli impianti sportivi di San Marco di Resana. Partecipano al torneo di calcio le Avis comunali di Resana, Castelfranco Veneto, Vedelago, Riese Pio X, le squadre “Infermieri Ulss8” e “Avis San Marco di Resana”. Partecipano alla gara di pattinaggio “Trofeo San Marco” quasi 100 atlete provenienti da tutta la regione.

 

 

Trevignano Comunale: un 50° che è un’opera d’arte…

Il dipinto di Favotto

Eccezionale evento per l’Avis Comunale di Trevignano. Un week end pregno di attività e manifestazioni per festeggiare i primi 50 anni di fondazione dell’associazione e per ringraziare ancora una volta i nostri donatori passati, presenti e futuri. Per l’occasione il nostro concittadino Sergio Favotto, pittore contemporaneo di fama internazionale, ci ha omaggiato di un’opera che riassume, attraverso un’immagine significativa, l’azione di tutti i nostri donatori. Un angelo che, con un gesto assolutamente semplice, dona a un bambino una goccia di sangue, fonte di vita ed espressione di solidarietà. Altra attività a sostegno della manifestazione è stata realizzata dai nostri bambini delle scuole elementari. Tutte le classi quinte sono state chiamate in gioco per realizzare dei disegni esemplificativi del dono del sangue.

Sabato 14 aprile 2012, con il prezioso patrocinio del Comune di Trevignano, nel teatro comunale di Falzè, abbiamo dato la possibilità di assistere gratuitamente ai nostri soci a un concerto nel quale si sono riunite le splendide voci del Coro G. D. Faccin e la melodia della Filarmonica di Cornuda. Il risultato è stato artisticamente elevato e il sold out atteso si è reso concreto in pochi istanti. Domenica 15 aprile 2012 è stato il giorno fulcro della manifestazione: inaugurazione della via “donatori di sangue”, sfilata commemorativa, Santa Messa, premiazione soci benemeriti, conclusione con il pranzo sociale. In ordine, alla presenza del Sindaco Franco Bonesso, del presidente Avis provinciale Gino Foffano, del presidente Avis comunale Guglielmin Ernesto e del parroco Lorenzo Tasca, è stata inaugurata una nuova via nei pressi del centro di Signoressa e intitolata ai “donatori di sangue”. Al centro di un’importante zona di riqualificazione urbanistica, il battesimo di questa via all’Avis è stato frutto di un’importante segno dell’amministrazione comunale a sostegno della nostra attività. In seguito, nella frazione di Musano, sempre alla presenza delle cariche comunali e provinciali e assieme ad alcuni rappresentanti dalle altre Avis provinciali, abbiamo sfilato verso il monumento ai Caduti e deposto una corona d’alloro, un momento toccante e pieno di significato.

Presidenti Comunale e Provinciale con Sindaco

Da li, nella Chiesa di Musano allestita a festa per l’occasione, abbiamo assistito alla funzione celebrata da Don Erminio Gardin e accompagnata dal coro locale. Al termine, negli antistanti locali parrocchiali, sono state premiate le classi partecipanti al concorso di disegno alle quali sono stati consegnati dei kit composti da materiale didattico. Sono stati inoltre premiati i soci che hanno raggiunto importanti traguardi nella loro opera di volontariato consegnando loro dei preziosi distintivi mentre per quei soci che hanno raggiunto i limiti di età sono state consegnate delle pergamene di ringraziamento. A conclusione di questa giornata, nella frazione di Falzè, presso il ristorante La Fattoria, si è svolto il pranzo sociale che ha visto la partecipazione di circa 200 persone che hanno potuto assistere anche all’estrazione di una ricca lotteria ed ad un animato spettacolo di cabaret. Infine, a tutte i soci è stata donata copia del dipinto realizzato da Favotto e un dvd contenente la storia e le immagini di 50 anni di Avis Trevignano. Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile un traguardo così importante e hanno contribuito a festeggiarlo così degnamente.

Alessandro Pontello per AVIS Comunale di Trevignano

 

Avis Veneto: superato il muro di 130 mila donatori attivi

Quasi 4.400 donatori Avis ogni settimana vanno a donare sangue e plasma

Si è svolta sabato 21 aprile a Lazise (VR), presso la Dogana Veneta la 41ª Assemblea di Avis Veneto.  Vi hanno partecipato circa 250 delegati in rappresentanza di 130.788 donatori attivi, protagonisti di 227.678 donazioni complessive effettuate nel 2011. Il presidente dell’Avis regionale Veneto, dott. Alberto Argentoni, ha affermato: “Valutando i risultati ottenuti in regione, si nota una discrepanza tra l’andamento del numero di donatori, in aumento (+10.416), e quello delle donazioni, praticamente invariato (+219). Per ribaltare questa situazione temporanea dobbiamo puntare sulle azioni fondamentali per la nostra Associazione: propaganda, informazione, presidio dei servizi, assistenza al socio, invito al dono, raccolta nel territorio. La situazione socio-economica condiziona certamente anche il dono del sangue, in particolare, continuano ad aumentare le difficoltà dei lavoratori per ottenere il permesso ad assentarsi in occasione della donazione periodica. Non sono estranee a questi risultati nemmeno le situazioni che si registrano presso alcuni servizi di raccolta pubblici, dove le carenze organizzative e di personale non ci permettono di far crescere i donatori e la qualità del loro trattamento”.

Avis in Veneto: donatori, soci, donazioni

Sul fronte dell’autosufficienza regionale e nazionale in sangue ed emoderivati, la situazione è stata in equilibrio durante tutto il 2011. Nel corso dello scorso anno, in Veneto sono state trasfuse ben 236.477 sacche di globuli rossi, con un incremento dell’1% rispetto all’anno precedente. La realtà sanitaria che utilizza più sangue è il polo ospedaliero di Padova, mentre quella che ha aumentato maggiormente i consumi (+5%) è stata l’Ospedale All’Angelo di Mestre. Il presidente Argentoni ha dichiarato con soddisfazione: “Non c’è stata crescita, ma è stato raccolto tutto quello che serviva agli ospedali veneti e siamo diventati la seconda regione in Italia per l’apporto all’autosufficienza nazionale. Infatti, sono state aiutate le principali regioni carenti (Lazio, Sardegna e Sicilia) con l’invio di ben 12.500 sacche di globuli rossi.”

Il contributo veneto all'autosufficienza nazionale

Fra i principali temi discussi in Assemblea ci sono stati la sicurezza e la qualità: “La cultura della qualità e le regole della sicurezza permeano tutta la filiera del percorso trasfusionale e le implicazioni tecniche e organizzative hanno riflessi anche nel nostro modo di fare associazione. Avis Veneto si sta impegnando per migliorare l’informazione sanitaria presso i propri soci. In Veneto il sangue è sicuro e questo è dovuto alla responsabilità dei donatori, all’accuratezza degli esami sanitari eseguiti su ogni sacca di sangue e alla prima donazione differita”.

Quest’ultima consiste nella strategia di rimandare la prima donazione dell’aspirante donatore, risultato idoneo, di circa 30-45 giorni: “Questa scelta influisce sulla consapevolezza del donatore  sugli aspetti della sicurezza trasfusionale ed è dimostrato ci aiuta a fidelizzarlo cioè a renderlo un donatore associato periodico”. Fondamentale è l’impegno di Avis nelle scuole, dove si utilizzano tecniche innovative (giochi di simulazione, rappresentazioni teatrali autogestite, modalità interattive) per promuovere il volontariato e la donazione del sangue. In Veneto i soci Avis con meno di 35 anni sono il 30% e la componente femminile è in crescita, superando quella dei maschi in questa fascia di età.


Ma l’attività di Avis Veneto non si limita soltanto al dono del sangue! Nel corso del 2011 Avis Veneto ha devoluto la cifra raccolta

La Dogana Veneta a Lazise

con il suo 5 x 1000 alla ricerca scientifica sulle cellule staminali, contribuendo all’acquisto di un potentissimo microscopio per la Fondazione TES. È proseguito il sostegno alla nascita e alla crescita di associazioni di donatori di sangue in Argentina e Bolivia. Sempre in ambito internazionale, la Comunità Europea ha finanziato un progetto di Avis Veneto che mira a creare una rete transfrontaliera tra le associazioni dei donatori volontari del sangue e i servizi trasfusionali di Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Slovenia, Croazia, Albania.

L’obiettivo associativo per il futuro è il ringiovanimento e un riequilibrio di genere dei quadri associativi. Conclude il Presidente Argentoni: “Non dobbiamo aver paura di rischiare o di sbagliare… la solidarietà e  il senso di responsabilità della nostra popolazione continueranno a produrre splendidi e concreti atti di dono gratuito. Noi abbiamo l’onore di esserne solo una rappresentanza significativa”.



Slide:

Lazise 21.04.2012

Presentazione sfrido

Abilità differenti & Imprevedibile Bellezza

Dal 2 al 15 maggio 2012 le città di Carpi, Correggio, Modena e Bologna ospiteranno la 14a edizione del Festival Internazionale delle Abilità Differenti, organizzato dal 1999 dalla Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi.

Il titolo di quest’anno è “Imprevedibile bellezza”. Si tratta di una bellezza non convenzionale né prevedibile ma sorprendente perché è proprio nell’imprevisto, in ciò che non ci aspettiamo, che troviamo quella luce e quel talento in grado di stupire e di parlare al nostro cuore. Al di là degli stereotipi di perfezione e avvenenza è infatti possibile scoprire una bellezza profonda, viva, che si manifesta in ognuno di noi in modi infiniti.

Il criterio che ha accompagnato la selezione degli artisti è infatti stato quello di individuare le performance artistiche che ci mostrino la grandiosità di una bellezza che può imprevedibilmente scaturire da ciascuno. Quell’elemento ineffabile che tutti siamo in grado di riconoscere quando lo incontriamo.

Gli artisti che sono stati invitati al Festival Internazionale delle Abilità Differenti porteranno la loro testimonianza di quel desiderio di bellezza che da sempre spinge l’uomo di qualunque tempo e di qualunque paese a varcare i confini, ad andare oltre i limiti, siano essi linguistici, culturali, fisici o psichici, tendendo a qualcosa di grande. Queste persone ci mostreranno come hanno trovato attraverso l’arte il modo per esprimere con coinvolgente immediatezza la loro imprevedibile bellezza.

La locandina dell'edizione 2012

Ouverture: Lirica-mente (venerdì 4 maggio 2012)

La serata di Ouverture del Festival 2012, dal titolo Lirica-mente avrà luogo nella suggestiva cornice del Teatro Comunale di Modena. L’evento, organizzato in collaborazione con la Fondazione Luciano Pavarotti, si propone di rendere omaggio in maniera ‘differente’ alla grande tradizione lirica della città di Modena. La serata si concentrerà sulla tradizione della lirica italiana introducendo nel contempo  degli elementi di eccellenza nella differenza, all’insegna della ‘contaminazione dei generi’.

Il progetto prevede che accanto agli allievi della Fondazione Pavarotti si esibiscano artisti con abilità differenti provenienti da tutto il mondo che portino, ciascuno a partire dalla propria sensibilità, un grande valore aggiunto allo spettacolo. Sono stati invitati la cantante Prudence Mabhena dallo Zimbabwe, il pianista statunitense Carlos Ibay, gli olandesi Bob Bullee, cantante, e il giovane pianista Christian Sanders.

 

Spettacoli teatrali e musicali

Il 3 maggio andrà in scena al Teatro Comunale di Carpi lo spettacolo teatrale ‘La Tempesta’ di Shakespeare realizzato dalla Compagnia Teatrale Manolibera all’interno del progetto ANCI “Giovani Creativi”. La compagnia Manolibera, composta da attori diversamente abili, si cimenterà in una sfida particolarmente interessante, vista la scelta del testo shakespeariano.

 

L’8 maggio, le compagnie teatrale Gli Opliti, del Liceo Rinaldo Corso di Correggio e la compagnia Manolibera, della Cooperativa Sociale Nazareno, metteranno in scena la celeberrima opera shakespeariana  ‘Sogno di una notte di mezza estate’ sul palco del Teatro Asioli di Correggio. Le due compagnie rinnovano così una collaborazione che anno dopo anno continua a dare frutti sia a livello artistico che umano a tutti i suoi protagonisti, abili e disabili.

 

Il Festival 2012 si concluderà con lo spettacolo musicale  realizzato dalla Scuola Media Alberto Pio di Carpi in collaborazione con la Band Scià Scià della Cooperativa Sociale Nazareno e alcuni musicisti dell’orchestra internazionale Spira Mirabilis. L’appuntamento è per il 15 maggio, presso il Teatro Comunale di Carpi.

 

Open Festival e Notturno di Primavera

Sul palcoscenico del Teatro Asioli di Correggio, all’interno del concorso-rassegna Open Festival realizzato in collaborazione con il Liceo S.Tomaso, si confronteranno compagnie emergenti di artisti diversamente abili. Saranno quattro/cinque le compagnie selezionate per ogni ambito,  teatro e danza,  che si esibiranno e saranno valutate da una giuria che decreterà le migliori performance e assegnerà un premio alle vincitrici.

 

La residenza bolognese di Maria Domenica Mantovani proporrà Notturno di Primavera, una serata di musica all’interno del quale si esibiranno artisti internazionali. Lo spettacolo sarà preceduto  dall’inaugurazione dei nuovi locali.

 

I laboratori e il convegno di psichiatria

L’offerta dei laboratori aperti gratuitamente alle scuole ed ai centri socio riabilitativi spazia dai tradizionali e attesi laboratori di danza, teatro e arti marziali fino agli innovativi laboratori di ceramica, in collaborazione con la Fondazione Thun.

Al convegno di psichiatria ‘Sguardi fenomenologici’ un gruppo multidisciplinare di relatori rivisiterà il paradigma psichiatrico categoriale, alla luce di una prospettiva più dimensionale che tenga in considerazione l’imprescindibilità dell’interazione e della reciprocità all’interno di ogni rapporto. Soltanto cercando di vivere nella consapevolezza di questa dimensione co-creativa del rapporto è possibile cogliere il disagio e cercare di co-progettare un intervento adeguato alle circostanze in continuo divenire.

 

Libri e Rassegne cinematografiche

“Il mio Principe” è la storia dei primi ventidue anni di vita di Andrea, splendido ragazzo affetto da autismo. La sua mamma ce lo descrive in pagine di una levità rara: attraverso i suoi occhi pare di essere presenti alle tappe di vita famigliare e scolastica, una vita ricca di momenti studiati per dargli gli stimoli necessari a “forzare” la prigione in cui l’autismo tiene racchiusa la sua mente. L’autrice, Gina Codovilli, presenterà e commenterà con il pubblico il libro.

Il Circo della Farfalla” è un cortometraggio ideato e realizzato in California dai coniugi Joshua e Rebeckah Weigel, entrambi presenti al dibattito post proiezione. Il film parla di un giovane posto di fronte al bivio del lasciarsi vivere in una condizione di limite percepita come una disgrazia oppure di vivere la vita alla ricerca della propria soddisfazione, adoperandosi con tenacia e determinazione per conseguirla.

“Ivo il tardivo”, di e con Alessandro Benvenuti, è un film che tratta con delicatezza il tema della malattia mentale attraverso un protagonista eccezionale per i suoi talenti e la sua sensibilità, umana e artistica. Il regista è stato invitato a partecipare alla proiezione e al confronto sul tema.

 

Sidecar Tour

La giornata conclusiva del Festival è dedicata alla sfilata dei Sidecar sui quali i ragazzi disabili, in compagnia di biker esperti, avranno la possibilità di fare una divertente scampagnata fuori porta. I sidecaristi del moto Club San Martino di San Martino in Rio (RE) assieme allo Sport Motoclub UISP di Carpi daranno vita ad un workshop ‘mobile’ all’interno del quale i ragazzi disabili sperimenteranno l’ebbrezza delle ‘frecce a tre ruote’ lungo gli itinerari enogastronomici collaudati negli anni dal gruppo di sidecaristi, amanti non solo dei motori ma anche della buona tavola emiliana.

Il programma completo, con video e immagini degli spettacoli delle scorse edizioni qui: clicca

 

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it