Progetto WWW Io Valgo: con Charlot Avis Veneto lancia il dono sul web

Avis Veneto lancia il corto “Si, si può” nell’ambito di “MoVita” e del progetto WWW, la rete del benessere dei lavoratori, finanziato dalla Regione Veneto.

Con la maschera di Charlot, noto personaggio di Charlie Chaplin, la promozione della cultura del dono prosegue sul web.

 La cultura del dono narrata attraverso il linguaggio del Teatro di strada si sposta sul web. La campagna “MoVita”, promossa da Avis Veneto all’interno di un progetto finanziato dalla Regione del Veneto e in parternariato con le Avis provinciali, approda on line attraverso la realizzazione di una serie di video clip che sono stati lanciati ieri sul web, tramite le strutture provinciali di Avis e che auspicabilmente nei prossimi mesi, in base all’andamento pandemico, saranno proiettati anche su facciate di palazzi e luoghi significativi delle città.

I filmati, intitolati “La borsa”, “Il parco” e “Il Clown”, si concludono con un invito alla donazione come gesto di solidarietà fondamentale per la comunità sociale.

Già in epoca pre Covid erano state numerose le performance teatrali realizzate in alcuni capoluoghi di provincia e in località turistiche per promuovere i temi della prevenzione e della buona salute. Le restrizioni determinate dalla pandemia hanno, tuttavia, imposto di cambiare strategia e Avis Veneto ha colto la sfida con una formula originale che nelle prossime settimane, peraltro, si declinerà in altre iniziative.

“La scelta – spiega Raffaele Avanzi, responsabile del progetto “MoVita” – è stata di realizzare un film corto, da cui sono stati tratti tre spot da 2 minuti ciascuno, ispirato al cinema muto e al celebre personaggio di Charlie Chaplin “Charlot”, declinato in chiave moderna, con l’obiettivo di comunicare un messaggio di speranza e vicinanza, ma anche un appello alla responsabilità”.

“Il video “Si, si può” è un’intuizione che come Avis abbiamo voluto promuovere in forma capillare su tutto il territorio regionale, attraverso il web, nonostante le restrizioni. Uno strumento in più per poter avvicinare il pubblico giovanile, ma non solo, e diffondere il nostro invito alla responsabilità, generosità e alla solidarietà in maniera nuova ed efficace, tanto più in questo momento storico così delicato per tutti noi”, sottolinea il presidente di Avis Veneto Giorgio Brunello.

MoVita: questo il nome – volutamente allusivo, con un gioco di parole – della campagna di comunicazione e promozione dell’osservanza delle misure anti contagio, finanziata dalla Regione Veneto e affidata ad Avis Veneto, nell’ambito di WWW, Wellness Workers Web, la rete del benessere dei lavoratori.

 

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it