Quattro Avis collaborano insieme e nel veronese fioriscono le iniziative

Grazie all’entusiasmo di un piccolo, ma forte gruppo guidato dal presidente dell’Avis di Soave Regina Minchio e composto dai “colleghi” Stefano Lapolla dell’Avis di San Bonifacio, Gian Paolo Rossi dell’Avis del Colognese e Fiorenzo Zambelli dell’Avis di Peschiera del Garda, sono state organizzate parecchie iniziative insieme. Il 4 aprile scorso al cinema Cristallo di San Bonifacio si è svolto il convegno “Donare informati. Alimentazione 2.0” sul rapporto tra donazione e sana alimentazione, che può comprendere anche un buon bicchiere di vino. Organizzato in collaborazione con la Fondazione G. Zanotto di Verona, è divenuto un convegno itinerante, promosso anche dal Provveditorato agli studi di Verona.

A parteciparvi centinaia di studenti delle superiori, con relatori i prof. Lorenzo Burti, Ordinario di Psichiatria e Andrea Sbarbati, Ordinario di Anatomia umana, (Università di Verona), il dott. Girolamo Lacquaniti, Dirigente della Polizia stradale provinciale, la dottoressa Caterina Dani, psicologa esperta dei disturbi del comportamento alimentare, Valeria e Sophie, giovani donatrici di sangue e di midollo osseo. Sempre sul fronte scuole, le quattro Avis hanno collaborato portando tra gli alunni il “Progetto scuola Avis Veneto.

Alle donne era stato in precedenza dedicato il convegno “Donna genio e risorsa” l’8 marzo a Soave, con ospiti Teresita Molinarolo Pieropan, imprenditrice vitivinicola, il Maresciallo capo Lucia Robucci della stazione carabinieri di Peschiera del Garda e Isabella Marchetto, donatrice Avis. A moderare la giornalista Lucia Vesentini.

Lucia Bertolazzi, Avis Soave

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it