Breve cronaca e tante immagini dell’ultimo Consiglio nazionale 2009/2013

Si sono conclusi questa mattina, con un’ultima riunione, i lavori del Consiglio Nazionale 2009-2013. In attesa dell’ufficializzazione delle nuove nomine (prevista per domenica), per alcuni consiglieri si è trattato di un saluto all’organo di governo di AVIS Nazionale, per altri una tappa di un cammino che li vedrà ancora protagonisti nel quadriennio 2013-2017. I lavori sono stati principalmente dedicati a un bilancio politico-associativo delle Assemblee delle Avis regionali svoltesi nello scorso mese di aprile.

A tutte le Assemblee, come tradizione, hanno partecipato in rappresentanza del Consiglio Nazionale i diversi consiglieri. Comune è stata la sensazione di assemblee regionali molto partecipate, alcune vissute anche come esperienze formative per i dirigenti. Sergio Valtolina, responsabile comunicazione, ha citato la sua presenza in Puglia e in Abruzzo. In questa ultima regione ha portato i saluti a Pasquale Colamartino, consigliere uscente diventato oggi coordinatore del Centro regionale sangue. Colamartino, in occasione del raduno regionale di Vasto, è stato nominato presidente onorario.

In tutte le assemblee si è fatto il punto sul percorso di accreditamento che dovrà essere compiuto entro il 31 dicembre 2014 e in molti casi il dibattito si è soffermato sui ritardi dei pagamenti delle ASL o sul mancamento adeguamento all’inflazione dei rimborsi associativi.

Con spirito critico e costruttivo, Maruska Fusini, ha sottolineato la buona presenza femminile in alcune assemblee regionali, come il Friuli, dove proprio una donna ha preso la guida dell’Avis regionale. Al tempo stesso, però, ha evidenziato il significativo calo di donne e giovani nel futuro Consiglio Nazionale.

Filippo Cavazza

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it